?

Log in

No account? Create an account

Videogiochi e God of war


Erano anni che non aggiornavo il blog. Il tempo è sempre poco e la voglia pure. E' da Marzo 2017 che ho ripreso in mano un joypad per dedicarmi ai videogiochi. Dopo la prima Playstation degli anni '90 mi ero indirizzata unicamente alle console portatili e, l'avvento della prima console "ibrida", da parte di Nintendo, mi ha spinta a provare questa nuova piattaforma. Mai stata "nintendara" e mai capito il senso delle varie "console war", ho preso la Switch al day one con il primo titolo del brand di The legend of Zelda a cui abbia mai giocato. Amore a prima vista. "The legend of Zelda, breath of the wild" mi ha completamente conquistata e ha scavalcato posizioni su posizioni per arrivare sul podio dei miei videogiochi preferiti in assoluto (insieme a Xenogears e FFTactics). A giugno 2017 Sony lancia la PS4 slim in sconto per una settimana, mi decido e acquisto una console fissa di ultima generazione. Purtroppo ho la tendenza a non finire i giochi, ma alcuni titoli mi sanno conquistare, a partire da Inside, Rime e lo stupendo Shadow of the colossus, poi... ad Aprile di quest'anno riprovo ad azzardare e prendo "God of war", seguito di una saga che conoscevo solo di fama. Mi ero informata sul background del protagonista ed ero stata conquistata dai trailer. Mi ispirava tantissimo la mitologia norrena e... Ho tentato! E niente! Ci ho azzeccato anche questa volta! XD Non solo il titolo è bellissimo, ma la storia e i personaggi sono fenomenali. Ho sentito tantissime persone scrivere di quanto si perda a giocare questo God of war se non si sono giocati gli altri. Secondo me non è assolutamente così.E' ovvio che bisogna un po' informarsi su chi sia il protagonista (e il titolo già ci aiuta! :P), ma viene ben spiegato e lasciato intendere. In questo videogioco vestiamo nuovamente i panni di Kratos, figlio di Zeus, fuggito dalla sua terra dopo aver portato alla rovina le divinità greche. Kratos si è fatto una famiglia nelle terre del nord, nascosto da tutto e da tutti, e sta cercando di dimenticare e il proprio passato e la propria natura divina. Sua moglie muore e, vincolato da lei da una promessa solenne, Kratos parte con il figlio Atrues in viaggio per spargere le ceneri della consorte sulla cima del monte più alto. Atreus ha sempre legato ben poco con il padre, della sua educazione si è sempre occupata la madre, nutre una sorta di timore reverenziale per Kratos, è ubbidiente e molto intelligente e... non sa niente della sua vera natura. Non aggiungo altro. Questo è un videogioco con una trama veramente ben scritta e con dei colpi di scena costruiti ad arte. Sarebbe un vero peccato rovinarselo cercando informazioni anche solo sull'avanzare del gameplay. Kratos è negato con i rapporti umani, ma si vede che si impegna e che cerca di essere un buon genitore (anche se con le sua maniere da spartano ^^; ), Atreus... Atreus è fantastico. u_u Lo amerete, lo odierete lo amerete ancora di più e poi... WOW!!! Ero così fomentata con la storia che ho finito fin troppo presto il gioco e ho lasciato la marea di quest secondarie per il post-game. Spero che facciano una modalità "game plus" perché lo voglio rigiocare da capo. E' veramente un titolo favoloso. Che altro aggiungere? Ah, la colonna sonora è ispirata e trasmette l'epicità del titolo. Epico. Ecco, questo è l'aggettivo perfetto per God of war. Un videogioco che sa regalare emozioni, divertimento e personaggi stupendi. C'è una cura incredibile in ogni suo aspetto. La trama riveste molta importanza e consiglio di andare avanti e non dare giudizi affettati, anche perché all'inizio si rischia di fare l'errore di valutarlo "solo" come un bel gioco, quando invece è assolutamente necessario arrivare fino in fondo per apprezzarlo al meglio. Un grazie enorme al team di sviluppo e allo studio Santa Monica. Ci avete regalato l'inizio di una qualcosa di epico.
20160921_231428-1.jpg

Ci sono manga che ti colpiscono dritto al cuore e che ti sanno regalare struggimento ed emozione.
Tra questi, per me, c'è sicuramente "Koe no katachi" (La forma della voce è la traduzione letterale), o "A Silent Voice" come è conosciuto fuori dal Giappone.
Il protagonista è Shoya Ishida, e facciamo la sua conoscenza durante gli anni delle elementari. Shoya è un bambino vivacissimo, che si butta a capofitto nelle cose senza pensare mai alle conseguenze. Odia annoiarsi più di qualsiasi cosa al mondo! Vive con la madre (parrucchiera) e la sorella.
Shoya adora intrattenere i suoi compagni di classe con scherzi e prove di coraggio, ama stare al centro dell'attenzione e spesso agisce sconsideratamente. Ad un certo punto arriva una nuova studentessa in classe, ma non è una bambina come tutte le altre. E' sorda. Si tratta della coprotagonista di questo manga: Shoko Nishimiya.
Shoko è una bambina che si dimostra subito amichevole con tutti e cerca di inserirsi in classe in maniera pacata e gentile. Per Shoya però diventa subito una nuova attrazione e fonte di scherzi ed esperimenti interessanti (per lui!). In classe molti vedono la bambina come un peso che li fa perdere alla gara di canto, che li rallenta nelle lezioni e come una persona con cui è difficile comunicare.
Shoya, pensando di diventare l'eroe della classe contro la nuova arrivata, rende gli scherzi sempre più pesanti e cattivi. Getta in acqua diversi apparecchi acustici della bambina per il solo gusto di farlo. Arriva al punto di staccarle quasi un lobo! Ovviamente la madre della bambina fa presente la cosa al preside. Shoya diventa l'unico colpevole e tutta la classe si rivolta contro di lui. Sua madre è costretta a pagare i danni e Shoko lascia la scuola. Shoya si ritrova a vivere la fine delle elementari e le medie nella più completa solitudine e con la reputazione del bullo dell'istituto. All'inizio delle superiori il ragazzo pensa di compiere un gesto estremo, ma prima vuole parlare con Shoko e si dirige verso la scuola della ragazza. ha addirittura imparato la lingua dei segni per poter comunicare con lei.
Mi fermo qui, il manga è bellissimo e merita assolutamente la lettura.
Vi consiglio di recuperarlo. E' concluso, sono 7 volumetti, ed è uscito in Italia da Star Comics!
In questi giorni in Giappone è uscito il film (animato dalla Kyoto Animation!) in sala. Sicuramente avranno dovuto tagliare alcune parti per far "stare" tutta la storia in un film, ma sono molto fiduciosa sul risultato. Il trailer parla da solo!


Chissà se riusciremo a vederlo da queste parti? Io ci spero!
Ultimamente è diventato più facile seguire gli anime e supportare l'animazione nipponica per noi occidentali. Attraverso siti come Crunchyroll e Vvvvid possiamo seguire, legalmente, e quasi in contemporanea, serie d'animazione che anni fa era molto difficile procurarsi.
Negli anni '90 la sottoscritta acquistava videocassette da fansub americani pur di vedere qualche titolo! Mi sono vista Escaflowne in VHS con i sottotitoli in inglese da fansub americani ed ero una privilegiata rispetto ad altri!
Adesso, grazie a Crunchyroll, possiamo vederci in contemporanea con il Giappone addirittura gli OAD, Original Animation DVD, dvd che escono allegati ad edizioni speciali di un manga!
Tutto legalmente e senza aspettare anni!
Nel particolare mi riferisco agli OAD di The Ancient Magus Bride (Maho tsukai no yome), usciti di recente proprio su Crunchyroll.
1280.jpg
Qui il trailer.
Si tratta di una miniserie di 3 puntate che escono insieme ad una edizione speciale dei volumetti del manga. Il primo OAD è uscito a Settembre, il secondo uscirà a Marzo del 2017 con il 6° vol., il terzo e ultimo a Settembre del 2017 con il 7°. Si tratta di una sorta di prequel alle vicende narrate nel fumetto (fino ad un certo punto, ci sono anche scene ambientate durante i fatti che i lettori conoscono bene!).
Mi è capitato di guardare il primo episodio, e ne sono rimasta piacevolmente colpita, tanto da acquistare in blocco i 4 volumi del manga uscito in Italia per Star Comics (il 23 Novembre uscirà il 5°).
L'animazione è molto fluida, i fondali sono ottimi e la rappresentazione delle creature fantastiche, soprattutto occidentali, è un qualcosa di magico!
Fate, draghi, folletti, famigli, la campagna inglese, il tutto è reso benissimo.
Mentre ero rapita dalla storia e dalla sua rappresentazione, mi chiedevo se anche nel manga si respirasse quell'atmosfera, e non ho potuto fare a meno di procurarmelo.
Che dire?
Il manga non è da meno ed è una meraviglia!
La protagonista è Chise, una ragazzina giapponese di 15 anni che viene di fatto messa all'asta, e acquistata da uno strano essere, che vuole farne la sua discepola insegnandole le arti magiche, e in seguito vuole che diventi sua moglie (!): Elias Ainsworth (anche se ha molti altri nomi che scopriremo dopo).
Ho scritto "essere" perché di fatto Elias non è certo un uomo; lo sembra, ne ha la corporatura, ma ha la testa composta da un teschio di cane e due corna contorte.
Chise non è una ragazzina come le altre, vede creature invisibili agli umani, ed in più, è una "Sleigh beggy", una "amata notturna", un essere umano amato dalle creature fantastiche e con poteri particolari che, tuttavia, richiedono un "costo".
Chise non ha avuto una vita facile, suo padre ha abbandonato la famiglia, e poco dopo, la madre si è tolta la vita. I parenti provavano disgusto per quella bambina che sembrava vivere in un mondo tutto suo. Non ci viene rivelato come Chise sia arrivata ad essere venduta a quella strana asta, ma sembra che gli Oad risponderanno, anche solo parzialmente,a questa domanda.
Elias è un mago, non uno stregone (e ci tiene a ribardirlo) e si occuperà di Chise; cerca di metterla subito a suo agio, vuole che si senta a casa, è gentile e premuroso. Vuole che la ragazza non consideri più la sua capacità una maledizione.
E Chise? Chise accetta questa nuova condizione con una serenità e una fiducia che lascia quasi spiazzato il lettore. Elias nasconde qualcosa, lo sa Chise e lo sappiamo noi, piano piano qualcosa viene scoperto, ma la fiducia di Chise nei suoi confronti non viene mai meno. Elias stesso, anche se non lo dà a vedere, ne rimane colpito e (secondo me) rincuorato.
Il rapporto tra i due è tutt'ora in crescita e mi sta piacendo anche la delicatezza con cui viene trattato. Sono entrambi personaggi splendidi.
E i comprimari? Non sono assolutamente da meno! Non posso aggiungere altro, ho già detto troppo. Vi invito a guardare l'oad e a leggere il manga. Non ve ne pentirete!

3 libri preferiti? Troppo pochi!

Sono rientrata nei 15 partecipanti al corso di scrittura creativa che parte il primo di Ottobre. (Non per meriti, ma per velocità! XD) Mi hanno detto di portare carta, penna e di pensare ai tre libri che più amo come lettrice.
Ahia! Tre sono davvero troppo pochi! O_o
Scremando al massimo la lista (ma proprio tanto!), direi che non posso tagliare fuori La Storia Infinita e Il Signore degli anelli, ma per il terzo titolo mi sa che tirerò un dado! XD
La collina dei conigli, Il piccolo principe, IT, Il conte di Montecristo, Tsugumi, e innumerevoli altri titoli in lista! (E ho volutamente lasciato fuori saghe più lunghe come Harry Potter e tutti i libri di Sherlock Holmes!)
Mi sa che alla fine opterò per La collina dei conigli, ma è una scelta dura. Troppi libri esclusi.
Mi rendo conto di non aver inserito nemmeno un titolo italiano.
*Pensa ad alcuni libri italiani che mi sono rimasti nel cuore.*
Indubbiamente Il risveglio dell'ombra (di Luca Trugenberger, fantasy sconosciuto, ma notevole!), Il nome della rosa, La nave per Kobe, ma anche, ammetto, I promessi sposi e vari libri di letteratura che avevo letto alle superiori, Primo Levi su tutti.

Sono molto curiosa di come si rivelerà il corso, speriamo di non rimanere delusa (a causa mia).

Continuo a leggere ben poco, non ho ancora terminato il secondo libro della saga di Anthony Ryan, sono incorreggibile! Mi piace pure!
Per non parlare della marea di libri che ho in "lista di lettura". ^^;;
Il tempo però è davvero poco, questo lo dico a mia discolpa. u_u

Chiudo l'ennesimo post inutile, mi distende scriverli, ma mi rendo conto che sono veramente noiosi!

Tags:

Scriviamoci sopra, a ruota libera.

Prima settimana di rientro a lavoro dopo 3 settimane di ferie, "ferie" fino ad un certo punto, visto che due settimane le ho utilizzate per provare a sistemare casa mia. Non sono assolutamente soddisfatta del risultato, ho una casa troppo grande e assolutamente non in ordine. Io per prima NON sono una maniaca dell'ordine! ;P
Pazienza! Sopravvivo benissimo ugualmente.
L'ultima settimana l'ho passata a Rimini; per il terzo anno consecutivo, ho fatto una settimana in solitaria, da brava zittellona asociale quale sono e, lasciatemelo dire, sono stata benissimo!
Una settimana, io, il mio ebook reader e il mare.
E' impressionante quanto possa ricaricarti una settimana con te stessa!
Ho letto meno di quello che speravo (questo -ottimo- libro), ormai non riesco più a leggere molto.
Mi addormento sempre più spesso mentre leggo e l'apatia ha preso troppe volte il sopravvento sulla buona volontà. Sarà lo scotto da pagare per aver passato i quaranta? Mi sa di no.
Non riesco più nemmeno a scrivere come prima. Mi limito a post brevi su FB.
Il lavoro che svolgo, un part-time al pubblico al mattino, ha il potere di svuotarmi totalmente dalla voglia di fare altro durante la giornata (a parte le faccende domestiche), quanto invidio chi riesce a fare un lavoro che gli piace! Inutile lamentarsi però! Non ha senso dare la colpa al lavoro. Vediamo se riesco a smuovermi da questa indolenza che non ha ragione di esistere. :)
Vorrei sfruttare il live journal per parlare un po' dei miei interessi, anche solo come semplice esercizio per la mia poca materia grigia, eppure mi fermo sempre prima. Non va bene, bisogna che mi dia una smossa. Scrivere del resto mi piace, ma è diventato più impegnativo.
Tutto questo discorso per arrivare a cosa?
Da metà Settembre seguirò un workshop di un mese sulla letteratura fantastica e, da Ottobre, inizierò un corso di scrittura creativa nella biblioteca del paese dove abito. (Iscrizioni aperte dal 5 Settembre e solo 15 posti, speriamo bene!) Non sono brava a scrivere storie, anzi, il più delle volte mi fermo dopo il primo rigo, ma voglio quantomeno provare a smuovermi. Ammetto di aver un po' paura. Temo di andare a sbattere la testa contro la dura realtà dei fatti: non sono fatta per scrivere. Spero che comunque mi vengano dati gli strumenti per poter quantomeno scribacchiare qualcosa! (Anche solo una specie di recensione di anime, film, libro o altro.) Il tempo, poco, di certo non aiuta.
Sono comunque contenta della decisione che ho preso, almeno ho smosso un po' le cose.
Spero di tornare a scrivere più spesso in libertà su questo sito. Mi voglio impegnare un po' di più, lo voglio fare per me stessa. ^^

Caspita che post assurdo, abbiate pazienza, la vecchiaia! ;P

Tags:

Due o tre cose su Gravity Falls

no title
Si è da poco conclusa la serie animata Disney "Gravity Falls".
Ho iniziato a vedere la serie quasi per caso, incuriosita dai commenti positivi che leggevo in giro.
Ormai l'animazione televisiva americana mi aveva abituata bene.
I protagonisti mi hanno subito colpita per la loro simpatia.
I gemelli Pines, ovvero Dipper e Mabel, mi sono entrati nel cuore all'istante; per non parlare di Grunkle Stan e Soos.
Ammetto che la prima serie ha iniziato a piacermi tanto negli episodi finali, quando sono iniziati ad arrivare antagonisti come Gideon e Bill. La seconda serie poi mi ha veramente appassionata tantissimo.
Complice la pausa assurdamente lunga a metà seconda stagione, le aspettative sono cresciute esponenzialmente. Aspettative ben riposte, fidatevi.
La combo Dipper e Mabel prima, Stanford e Stanley in seguito, sono state le vere perle di questo gioiellino.
Personaggi che si completano a vicenda, tra pregi e difetti, sempre caratterizzati benissimo.
Ammetto di aver adorato la piccola Mabel.
Questa ragazzina, piena di gioia di vivere, con idee assurde ma assolutamente brillanti e con il suo costante affetto per la sua famiglia, mi ha completamente conquistato.
Il suo "I trust you!" a metà seconda stagione è stato uno dei momenti più belli di tutto il cartone.
Come poi dimenticare colui che è diventato uno dei miei "cattivi Disney" preferiti? B.Chiper?
E' raro che io ami un personaggio "cattivo", LUI è un'eccezione!
La serie, come l'estate in cui è ambientata, alla fine termina; ma, nella malinconia generale di un finale praticamente perfetto, ci lascia con una piccola speranza: "Arrivederci alla prossima estate!"
Non accadrà in tv, ma speriamo che accada a Gravity Falls.
Ieri ho visto Inside Out, l'ultimo film Pixar/Disney. Mi è piaciuto, ma diversamente da altri film, ho apprezzato soprattutto i "livelli sottostanti" della trama e l'idea di fondo del tutto.
Quello che più mi ha colpito, è il fatto che si siano rappresentate in maniera pressoché perfetta, alcune fasi della crescita psicologica di una persona. Fasi in cui ci possiamo riconoscere e identificare, creando, almeno per quel che mi riguarda, un'empatia tutta speciale con lo spettatore.
E' difficile rendere a parole i pensieri che ha smosso questo film in me.
Mi ha ricordato di quante volte io abbia, inconsapevolmente o meno, distrutto alcune "isole" della mia personalità. Di quanto alcuni ricordi siano ormai persi, di quanto crescere mi abbia cambiata.
Sono contenta della persona che sono e non mi pento di certe scelte, ma un po' di amarezza per alcune "isole" inesorabilmente cadute resta.
Inside Out è un film estremamente semplice. Trama lineare, forse si perde un po' in alcuni punti, ma fa riflettere e ti fa un pensare a quello che sei diventato e a quello che le emozioni ti hanno fatto diventare.
Caspita, non è poco!

Creative Arts Emmys

Creative Arts Emmys:

Outstanding Animated Program:
Over The Garden Wall

Outstanding Short-Format Animated Program:
Adventure Time

*festeggia*

Steven Bomb

11537702_10205570301990313_8954708048424422858_n.jpg

Ok.
La Steven Bomb è quasi conclusa. (*sob* ed inizierà la pausa ç_ç mi sono messa in pari nel momento sbagliato.)

Questo episodio mi ha sciolta come neve al sole.
Chi mi conosce sa che, quando mi fisso su una coppia, divento logorroica! XD
Greg x Rose ora e sempre! *__*
(E comincio a capire Rebecca Sugar su Greg. u_u Lo adoro anche io! Ok, io adoro anche Rose e Steven! ^^;; )

Steven Universe, la serie che non ti aspetti...

(Spero con tutto il cuore che in Italia abbia successo, se lo merita e voglio vedere gadget alle fiere! ^o^;; XD )

Iniziato pure Steven Universe!

"Isn't it remarkable Steven? This world is full of so many possibilities. Each living thing has an entire unique experience. The sights they see, the sounds they hear, the lives they live are so complicated, and so simple. I can't wait for you to join them. Steven, we can't both exist. I'm going to become half of you. And I need you to know that every moment you love being yourself, that's me, loving you and loving being you. Because you're going to be something extraordinary. You're going to be a human being. Take care of them Steven." Rose Quartz.

E' ufficiale: l'animazione americana sta sfornando gioiellini a raffica.
(E Rose Quartz è un personaggio bellissimo. ç___ç )

tati81, grazie del consiglio! ;)

Latest Month

May 2018
S M T W T F S
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Syndicate

RSS Atom
Powered by LiveJournal.com
Designed by Tiffany Chow