?

Log in

No account? Create an account

Previous Entry | Next Entry

Ultimi preparativi

Current Mood: Nervous

Sto continuando a rimaneggiare i bagagli ormai pronti per il viaggio in Norvegia.
Devo ricordarmi di pesare le valigie per non avere brutte sorprese al check-in.
Partenza 16/08 ore 6.00 a.m.
Mi piacerebbe tenere un diario di viaggio, ma temo proprio che non ne avro' il tempo; in ogni caso un quaderno e' gia' pronto in valigia. :D
99 su 100 non avro' azzeccato minimamente il vestiario. >_> *sigh*

Ma lasciamo perdere questi particolari.
Due notizie dal fronte anime e correlati:
- Seconda serie anime di xxxHoLiC in arrivo (Evvai! ^O^)
- La Planet manga fara' uscire ad Agosto il primo n° del seguito di Bokutama, La luce della luna.
Sono curiosa di saperne di piu'. Ancora pero' non l'ho visto in giro.

Infine domandina.
Qualcuno di voi legge
REAL
?
Non sono mai stata una grande fan di Inoue. Slam Dunk era carino nei primi 5-6 volumi (parlo del'edizione nipponica), ma poi diventa noioso, Vagabond non l'ho mai seguito nonostante tutti me ne abbiano parlato bene e ormai non ho voglia di iniziare, ma con Real e' stato ben diverso.
Il tema trattato e' quello del basket in carrozzina. Ci sono 3 protagonisti principali: Nomiya, un ragazzo un po' scavezzacollo che non riesce a darsi pace dopo aver reso paraplegica una ragazza che aveva rimorchiato una sera in moto (lui e' uscito illeso dall'incidente); Kiyoharu, giovane talento nei cento metri di corsa che, a causa di un sarcoma, e' costretto a subire l'amputazione della gamba e Hisanobu: ragazzo prepotente, strafottente e pieno di se' che ha un terribile incidente, rimane parallizzato dalla vita in giu' e non riesce (o meglio non vuole) a convivere con questa sua nuova condizione.
Il basket in carrozzina per adesso fa semplicemente da "sfondo" alle vicende umane dei protagonisti (anche se per ora coinvolge solo Kiyoharu che ha trovato in esso un nuovo sport a cui dedicarsi con passione). Nomiya e' il classico "sempliciotto dal cuore d'oro ma poco sale in zucca" che non sa porre rimedio ai proprio errori (ma poi il "rimedio" esiste davvero?). Kiyoharu e' sin troppo perfetto come carattere, ma indagando nella sua storia, si capisce che tutto e' dovuto ad un processo di crescita doloroso e sofferto. Poi c'e' Hisanobu... Odioso da subito, non si smentisce nemmeno dopo l'incidente, e non se la prende con chi lo commisera, ma con chi fa di tutto per aiutarlo. Eppure... eppure in quella situazione cosi' terribile, si arriva a capire la sua disperazione e a giustificarlo. E' decisamente un personaggio molto umano e non banale.
La nota dolente del manga in questione e' la periodicita': passano troppi mesi da un'uscita a quell'altra e il ritmo narrativo ci perde. :-/ Nota positiva: e' facile da "recuperare". :)
Chi puo' provi a prendere il primo numero, e' sicuramente un titolo che merita.

Comments

( 1 comment — Leave a comment )
(Anonymous)
Aug. 14th, 2007 05:53 am (UTC)
anche io ho letto Real, hai ragione vale davvero la pena di leggerlo :)

per il viaggio è sempre cosi, c'è sempre qualcosa che sarebbe stato meglio portare e invece puntualmente ce lo lasciamo a casa.
io uso il vecchio metodo del fare una lista delle cose da mettere in valigia -man mano ch emi vengono in mente-cosi almeno il rischio di dimenticanze gravi diminuisce.
però quando si va in un posto dove non si ha idea precisa di come sarà (il clima, il tempo, il territorio)finisce sempre col portarsi troppa roba =_=;;;

bè dai l'importante è andare

buon viaggio, SiMo
( 1 comment — Leave a comment )

Latest Month

September 2016
S M T W T F S
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Page Summary

Powered by LiveJournal.com
Designed by Tiffany Chow