?

Log in

No account? Create an account

Previous Entry | Next Entry

L'Alchimista


Current Mood:
Pensive



L’Alchimista prese un libro, portato da qualcuno della carovana. Il volume era privo di copertina, ma lui riusci’ a identificarne l’autore: Oscar Wilde. Mentre sfogliava le pagine, trovo’ una storia su Narciso.
L’Achimista conosceva la leggenda di Narciso, un bel giovane che tutti i giorni andava a contemplare la propria bellezza in un lago. Era talmente affascinato da se stesso che un giorno scivolo’ e mori’ annegato. Nel punto in cui cadde nacque un fiore, che fu chiamato narciso.
Ma non era cosi’ che Oscar Wilde concludeva la storia.
Egli narrava invece che, quando Narciso mori’, accorsero le Oreadi – le ninfe del bosco – e videro il lago trasformato da una pozza di acqua dolce in una brocca di lacrime salate.
“Perche’ piangi?” domandarono le Oreadi.
“Piango per Narciso,” disse il lago.
“Non ci stupisce che tu pianga per Narciso,” soggiunsero. “Infatti, mentre noi tutte lo abbiamo sempre rincorso per il bosco, tu eri l’unico ad avere la possibilita’ di contemplare da vicino la sua bellezza.”
“Ma Narciso era bello?” domando’ il lago.
“Chi altri meglio di te potrebbe saperlo?” risposero, sorprese, le Oreadi. “In fin dei conti, era sulle tue sponde che Narciso si sporgeva tutti i giorni.”
Il lago rimase per un po’ in silenzio. Infine disse:
“Io piango per Narciso, ma non mi ero mai accorto che fosse bello. Piango per Narciso perche’, tutte le volte che lui si sdraiava sulle mie sponde, io potevo vedere riflessa nel fondo dei suoi occhi la mia bellezza.”
“Che bella storia,” disse l’Alchimista.

~Tratto da “L’Alchimista” di Paulo Coelho~

Tags:

Latest Month

September 2016
S M T W T F S
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
Powered by LiveJournal.com
Designed by Tiffany Chow